Cerca nel blog

giovedì 17 ottobre 2019

Venezuela, l'eden del diavolo di Marinellys Tremamunno

  • Copertina flessibile: 136 pagine
  • Editore: Infinito Edizioni (11 luglio 2019)
  • link d'acquisto


L'angoscia di un popolo attraverso la testimonianza diretta di undici vescovi e due cardinali, che nel corso di una straordinaria visita Ad Limina Apostolorum hanno incontrato papa Francesco rendendosi portavoce delle tribolazioni dell'intero Paese. La gente del Venezuela è senza medicine, affamata, vittima di un'iperinflazione incontenibile, brutalizzata da un regime repressivo e corrotto e dalla violenza di gruppi paramilitari che agiscono indisturbati. Questo libro raccoglie le testimonianze dei prelati e la loro ricetta per portare il Venezuela fuori dall'attuale tremenda crisi economica, sociale e politica, che lo rende a tutti gli effetti l'Eden del diavolo. "In questi oramai vent'anni di potere chavista, nel Paese si è prodotta una distruzione delle istituzioni pubbliche e private, attraverso espropri e una riduzione immensa dell'apparato produttivo, con la concentrazione dell'impiego nelle mani dello Stato. Inoltre, la restrizione delle libertà di informazione e di opinione ha fatto sparire quasi completamente la presenza di mezzi di comunicazione indipendenti. La caduta drastica della popolarità del governo lo ha condotto a disconoscere la Costituzione e a non permettere elezioni di nessun tipo, perché sa che le perderebbe in maniera eclatante". (Card. Baltazar Enrique Porras Cardozo) Prefazione di Alessandro Monteduro. Introduzione di Asdrúbal Aguiar.
Recensione:
Oramai viviamo in un mondo globale, dove ognuno può influenzare il comportamento di altri esseri umani, anche trovandosi a chilometri di distanza.Si rileva fondamentale  quindi conoscere la situazione in cui versano i Paesi quale il Venezuela.Indipendentemente dal proprio  credo religioso, non si può non accogliere e riflettere sulle soluzioni proposte in questa inchiesta.Con le  dovute  cautele del caso, rimembra l'Italia al periodo fascista, durante il quale si versava in clima di  povertà, censura e radicato fondamentalismo.Comprare, leggere e spero soprattutto  diffondere questo saggio sulla situazione di un Paese poco conosciuta, dovrebbe essere un dovere per ognuno di noi.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento