Cerca nel blog

giovedì 24 ottobre 2019

Stelle minori di Mattia Signorini

  • Copertina flessibile: 224 pagine
  • Editore: Feltrinelli (6 giugno 2019)
  • Collana: I narratori
  • link d'acquisto

Sono passati nove anni dal giorno che ha deviato il corso della vita di Zeno, quando in un tragico incidente muore il suo professore, Nicola Sceriman. Ora Zeno ha trent'anni, insegna in un liceo e sta per sposarsi: è arrivato il momento di fare i conti con il passato. Perché solo lui e Agata, la sua ragazza di allora, sanno come sono andate davvero le cose, solo loro conoscono la verità sulla morte di Sceriman. Ed è proprio Agata a rompere l'antico patto di silenzio attraverso una lettera in cui gli chiede di incontrarla: "Ci sono delle cose che ancora non sai, Zeno. È sull'Altopiano di Asiago che è iniziato il nostro silenzio, e credo sia lì che dobbiamo concludere questa storia, adesso con le giuste parole. Ho bisogno di farlo, perché ho paura di quello che accadrebbe alla tua vita se ritornasse a galla tutto quanto". Nel ricostruire quel giorno lontano torna l'amore che legava Zeno e Agata e tornano le promesse di futuro che gli anni dell'università e della gioventù portavano con sé, l'impressione di poterlo cambiare, quel futuro, il fascino sprigionato da Sceriman - autore di un solo romanzo, acclamato dalla critica e amato dai ragazzi, "La natura umana", e professore anticonvenzionale, capace di stringere con gli allievi rapporti di grande vicinanza, di coinvolgerli in progetti ambiziosi, esaltanti... Ma tornano anche le verità nascoste, le ombre che raccontano un'altra storia.

Recensione:
Zeno dopo la morte del suo amico ed ex professore Nicola, pensa di aver superato il lutto ed è pronto a una  nuova vita.In realtà ha solo riempito la sua esistenza nascondendo la polvere sotto il tappeto.La ricomparsa di Agata, costringe il protagonista ad affrontare il passato, con tutte le sue conseguenze e consapevolezze.
Sinceramente non capisco le tiepide recensioni a questo romanzo.La reputo  un'opera attuale e illuminante.Come il lento scorrere di un ruscello di montagna, l'autore dipana la matassa degli eventi e dei sentimenti.Un invito a non credere nella perfezione ma nei chiari-scuri vibranti della vita.
Un romanzo emozionante sotto tutti i punti di vista.
Alla prossima anima lettrice.


Nessun commento:

Posta un commento