Cerca nel blog

giovedì 12 settembre 2019

Il processo Siberia di Alessandro Gnani

In una notte d'autunno, alla periferia di Torino, un'anziana signora viene trovata morta in casa. Fuori dalla villetta giace immobile la figlia. Ha lo sguardo perso nel vuoto e il volto sporco di sangue. Già violenta contro la madre, con una diagnosi di disturbo borderline della personalità, diviene subito la principale indiziata. Alla ricerca dell'arma del delitto che pare introvabile, nasce così il processo Siberia, capace di condurre il lettore entro una storia d'amore profonda e terribile, tra visioni immaginifiche e personaggi perduti. Un giallo singolare, un serrato gioco ad incastro destinato a sciogliersi in un epilogo spiazzante.

Recensione:
Un romanzo che coinvolge, stravolge e attaglia il lettore alle pagine con emozione ed adrenalina.
Non riuscirete a staccarvi da un libro del genere.Eventi che lentamente si dipanano e portano il lettore in una direzione apparente, stravolgendo poi tutto.Uno stile descrittivo ma non barocco, rende il romanzo adatto a una sceneggiatura televisiva.Non potete farvi scappare questo romanzo.I personaggi ben curati tanto da sembrare di carta ed ossa.Attendo il prossimo romanzo di questo grande autore.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento