Cerca nel blog

lunedì 29 luglio 2019

Gocce di Lavinia Alberti

  • Lunghezza: 96 pagine
  • Editore: Controluna (18 gennaio 2019)
  • Collana: Poesia


Cartier Bresson Il suo sguardo vagava tra le pareti vermiglie, cercava l’infinito… cercava la bellezza in mezzo a tanta arte. Ma poi gli bastò un solo sorso, un bicchiere di eternità… sapeva di miele, sapeva di amaro.



Recensione:
"La poesia è la pelle del poeta" amava declamare la poetessa Ada Merini. Nulla di più vero in merito a questa raccolta di poesie di Lavinia Alberti.Ogni frammento rappresenta una porta, attraverso la quale superiamo la soglia della pelle, dell' esteriorità della poetessa, per entrare nel suo animo.Sofferenza, illusione, sogno, ritorno alla realtà e rinascita, sono i temi cari al suo animo, e se guardiamo bene, si attagliano  all' animo di ognuno di noi.

( tratto dal frammento Oltre la siepe) 

"Oltre quella siepe… ho smarrito i cocci di felicità ma intanto… cerco di comporre la mia come fosse un dipinto"
I frammenti sono composti da una metrica libera, composti da parole che vibrano come colpi di tamburo,ci fanno percepire la voce di una donna che è riuscita a trovare la sua felicità tra le stagioni della vita.Emerge la figura di una donna del nostro tempo, capace di reinventarsi e rinascere come la fenice dalle ceneri.
Una raccolta di poesie  per dare voce alla nostra vita, che è utile non solo per coloro che amano emozionarsi, ma per ogni anima che fatica  a dare voce alla propria anima, tarpando le ali momentaneamente alla propria rinascita.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento