martedì 21 maggio 2019

Maison du monde sottotitolo Mamihlapinatapai di Massimiliano Agarico

TRAMA
Un racconto ambientato in Spagna, tra Barcellona e Tossa de Mar, due percorsi incentrati su storie legate da un doppio filo conduttore: i sogni e la locanda "Maison du Monde".
Il protagonista del primo percorso è Santiago, un uomo dal passato infelice, che rivive ricordi e situazioni che lo hanno indotto a divenire potente e cinico. 
Il secondo percorso riguarda Samir, un giovane segnato da un'infanzia difficile che diventa scrittore di successo e finisce travolto dal vortice degli eccessi.
In un'atmosfera onirica contrassegnata dal continuo alternarsi di passato e presente che si muovono tra sogni, incubi e realtà, i personaggi si trovano di fronte a momenti felici che si trasformano in tragedie e si affannano a capire e cercare una risposta. Alla Maison du Mondo, punto in comune e crocevia immaginario dal quale sono costretti a passare, si troveranno a fare i conti con il passato e decifrarlo, per liberarsi da insopportabili pesi sul cuore e raccontare la verità. Per prendere coscienza dell'importanza dell'amore e trovare una possibilità di riscatto futuro.


Recensione:
Questo romanzo possiede una forza narrativa talmente empatica, da dimenticare di essere lettori e sentirci noi stessi i protagonisti degli eventi.Un mondo grigio, fatto di sangue, eventi terribili, rimorsi di coscienza...in un turbinio di passato e futuro.Un romanzo a tinte fosche, che ci porta nei meandri nascosti del cuore, in cui realtà e sogno  o meglio incubo si fondono.Complimenti all' autore che ci porta in questa cupa realtà, in cui il lettore  è piacevolmente incastrato, dal quale non vorrà uscire prima di aver terminato la fine del libro.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento