giovedì 18 aprile 2019

Il kamikaze di cellophane di Ferdinando Salamino

Trama
Un noir psicologico che accompagna il lettore al confine tra bene e male, vendetta e perdono, allucinazione e realtà. Cosa può trasformare un ragazzino mite e amante dei libri in un assassino implacabile? Cresciuto all'ombra di un padre violento, umiliato dai compagni di scuola e rinchiuso per quasi tre anni in un ospedale psichiatrico, Michele Sabella è sopravvissuto aggrappandosi all'amore per Elena, una paziente anoressica conosciuta in istituto. Quando Elena tenta il suicidio, Michele decide di dare la caccia al carnefice silenzioso che la sta trascinando oltre i confini della follia. Per farlo, dovrà liberare i propri "demoni di cellophane" e abbandonarsi alla violenza dalla quale era sempre fuggito. Se nessuno può essere assolto, ha davvero senso condannare?
Recensione:
Questo libro che vi terrà incollati dalla prima all'ultima pagina metterà in discussione la vostra vita e quanto sia facile cadere e rialzarsi.Tutti possiamo essere potenzialmente Michele, ed avere un filtro distruttivo per per tutelare noi stessi: il cibo, le sigarette, i videogiochi.
Un personaggio che possiamo immaginare di vedere accanto a noi, grazie alla bravura dell' autore che lentamente, senza mai annoiare racconta la vita e le emozioni del protagonista.
Lo stesso vale per  il personaggio femminile di Elena,( descritto in maniera efficace), una ragazza che ritiene di sopravvivere al proprio malessere privandosi del cibo.
L' autore non ha tralasciato alcun dettaglio nel descrivere l'animo dei protagonisti principali.Per quanto riguarda i personaggi secondari, perdonatemi secondari è un 'offesa, in quanto hanno il loro ruolo nella vicenda, con un peso importante, sembrano uscire dalle pagine e prendere vita.Un amore tra i due "sano" ( la motivazione la capirete leggendo, non posso darvi anticipazioni ).Un libro quindi calibrato, adatto per una sceneggiatura di un film.
Una storia imperdibile, che si dipana lentamente e che tiene il lettore con il fiato sospeso sino alla fine.Un finale scoppiettante vi lascerà senza fiato.
Alla prossima anima lettrice. 

Nessun commento:

Posta un commento