Cerca nel blog

giovedì 21 febbraio 2019

unpopular opinion #1 :La moglie dell'aviatore Melanie Benjamin.

Descrizione
È il 1927 quando Anne Morrow incontra per la prima volta Charles Lindbergh. Lei è una ragazza piena di grazia e impeto giovanili, con i capelli scuri e curve inadatte agli abiti dalla linea dritta dell'epoca. Figlia dell'ambasciatore americano in Messico, un uomo appartenente allo stesso mondo e alla stessa cerchia sociale di Joseph e Rose Kennedy e di Henry Ford, Anne sogna "relazioni scandalose" pur di non diventare un giorno come una di quelle vecchie rinsecchite che, ai tornei di bridge, passano il tempo a malignare sui giovani e sui loro sogni. Lui è un ragazzo di venticinque anni che nel mese di maggio di quell'anno è diventato un eroe: ha sorvolato l'oceano Atlantico come un'aquila, e in solitaria per giunta, conquistando non solo l'intero pianeta ma anche il cielo sovrastante. Da allora è immortalato per l'eternità in fotografie e cinegiornali mentre sventola allegro la mano dalla cabina di pilotaggio, snello e abbronzato nella sua tuta da aviatore troppo larga, i capelli biondi tagliati cortissimi, rasati sulla nuca e con una frangia da adolescente. Oppure appoggiato con atteggiamento disinvolto al suo aereo; anzi, per lui l'aereo, lo Spirit of St. Louis. I Morrow hanno invitato il giovane aviatore nella speranza che i suoi occhi si posino su Elisabeth, la sorella maggiore di Anne, la bella di casa con il suo incarnato di porcellana, i riccioli biondi e i grandi occhi azzurri...

unpopular opinion:

I lettori colti e raffinati, staranno già storcendo il naso dato che questo romanzo è stato edito dalla casa editrice Neri Pozza, ma per la sottoscritta è un libro no sense.
Già la trama racconta troppo anzi troppo, senza lasciare spazio a molta fantasia.Inoltre il romanzo inizia con un prologo che in poche pagine racconta tutto il romanzo spoilerando i fatti salienti e finale compreso...
Conseguentemente per tutta la durata del romanzo, vengono snocciolati eventi di cui sappiamo già come andranno a finire.L' autrice inoltre non contenta che ancora prima di iniziare abbia spoilerato tutto ma  dico tutto il romanzo,( forse fa la radiologa come lavoro...) ogni tre per due come un ' anima in pena sembra si batta il petto e come un personaggio delle tragedie Shakespeare si domanda come andrà a finire. Ma come penso io, mi hai già raccontato tutto nel prologo come va a finire...Ogni due pagine un sospiro, una domanda di cui abbiamo già la risposta.Questo romanzo, quindi risulta adatto solo per coloro che sono abituati a leggere non la prima pagina e l' ultima pagina, ma dopo aver letto la prima riga vanno subito a leggere il finale spoilerandosi tutto.Solo per coloro che non abbiamo vivere le avventure del libro pagina pagina.




Nessun commento:

Posta un commento