giovedì 14 febbraio 2019

Un volo di farfalle di Brunella Giovannini


Descrizione: Sullo sfondo di eventi quali una sparatoria tra malavitosi e il drammatico naufragio di Lampedusa dell'ottobre 2013, ha inizio l'amicizia tra Anna Paola e Aisha il cui incontro sembra essere già stato scritto. Entrambe ricoverate nell'ospedale di Agrigento, e sottoposte a complicati interventi chirurgici, finiscono in coma e il loro primo incontro avviene in un'altra dimensione. Aisha viene messa a conoscenza dell'esistenza di una cassa, sepolta nel giardino della casa di Damasco, contenente un antico manoscritto lasciato in custodia secoli addietro da un antenato, prima di intraprendere un viaggio dal quale non fece mai ritorno. Anche i nonni di Anna Paola possiedono un libro antico scritto da un lontano avo di origini straniere... In ospedale viene ricoverata un'altra paziente: una bimba di colore figlia di un militare. Si forma un trio molto affiatato e la religione diversa o il colore della pelle sono dettagli privi di importanza mentre invece emergono valori quali l'accoglienza, la solidarietà e l'amicizia.

Recensione:Un libro attuale indispensabile e pieno d' emozione e speranza.Le differenze spesso, non sono veramente tali, ma sono solo nella nostra testa.A volte siamo talmente abituati a cercare le differenze che non ci accorciamo di quello che unisce, invece di quello che ci divide. In alcuni casi, ciò che apparentemente è così distante da noi, lo sentiamo invece un conforto, un porto sicuro dove poter aprire senza essere giudicati.I bambini sono maestri in questo.Questo romanzo ci insegna a guardare il mondo con i loro occhi,pronti ad accettare anche i cambiamenti più importanti con uno spirito di rinascita.Oltre a temi così importanti, l'autrice conferma la sua grande sensibilità, per la condizione femminile, lanciando attraverso un personaggio secondario, un messaggio importante in un momento storico negativo caratterizzato da violenze sulle donne.Invita ad allontanare subito un uomo nel momento in cui si subiscono delle violenze.Tutto poi piano piano tornerà a sistemarsi.E' il terzo romanzo che leggo di questa autrice e ogni volta mi trovo di fronte a una scrittrice  capace attraverso una storia, godibile, empatica ed emozionale, ma che allo stesso tempo è in grado  di arrivare al cuore del lettore portando messaggi indiscutibilmente importanti in questo contesto storico.Questo libro è indispensabile per capire quello che stiamo vivendo, quello di cui abbiamo paura, in quanto lo sentiamo diverso, ma che in realtà potrebbe essere vicino a noi, ed è un monito per noi donne ad allontanare colui che ci crea una violenza di qualunque tipo.E' un libro che non può non lasciarvi un segno indelebile, e, far riflettere su quanto ogni giorno percepiamo   attraverso gli stereotipi sociologici, invece di far arrivare il vento del cuore e riportare tutto in una giusta prospettiva.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento