Ti piace il nostro blog? Votaci!

Tra i segreti di Villa Aurelia di Brunella Giovannini


Sinossi:
Tra le crepe di Villa Aurelia, aperte dal sisma emiliano nel 2012, si annidano segreti sepolti indisturbati da più di trecento anni. Diana, che ha trovato dei documenti in un doppio fondo di un baule, scopre di essere direttamente legata a quei segreti e che le avversità che negli anni hanno funestato lei e la sua famiglia, forse sono imputabili a un maleficio che si trascina nel tempo. Dopo un attentato in cui perde la vita anche il marito e in seguito a minacce, viene costretta a trasferirsi insieme ai suoi figli, in un luogo dell'Alto Adige, sotto protezione. Il dolore e la lontananza forzata dai propri cari, mettono a dura prova il suo temperamento ma l'affetto ricevuto da due anziani vicini di casa, riesce a mitigare le difficoltà quotidiane. Solo nel momento in cui potrà tornare nel paese natio, scoprirà che anche il luogo tra i monti dove ha vissuto negli ultimi anni, è strettamente legato al passato. In un quadro attuale che vede il terremoto, la ricostruzione e l'infiltrazione mafiosa in Emilia, avvenimenti che domani saranno storia, Diana si rende conto che in fondo il tempo è solo un insieme di cicli, capaci di costruire un ponte tra passato, presente, futuro e dove tutto sembra essere collegato; ma il tempo non riesce a mantenere i  segreti e prima o poi, racconta tutta la verità.


Recensione
Questo libro è il secondo romanzo di Brunella Giovanni che ho letto e amato, rendendomi un' accanita sostenitrice di  questa autrice che è in grado di creare un romanzo profondo, attuale e magico.
L'autrice riesce  a fondere temi attuali quali il terremoto,la mafia, con tematiche psicologiche quali  l' elaborazione del lutto.
Lo stile  dell' autrice è scorrevole, elegante mai noioso o pomposo od eccessivamente ridondante.
Diana la protagonista  è una donna forte, coraggiosa, anche se la lontananza e alcuni eventi che riguardano la madre Olga, le creano inquietudine e una struggente nostalgia.
Ma vi sono degli angeli custodi: i vicini di casa e l' incontro con un amico di gioventù.
Un altro personaggio molto importante in questo romanzo é Villa Aurelia che sarà la miccia per innescare in Diana  e in voi alcuni cambiamenti, in quanto non si può leggere questo romanzo e rimanere impassibili.
Olga vi insegnerà a rimanere speranzosi lucidi e ottimisti, anche dopo un evento nefasto come il terremoto, in quanto c'è sempre tempo e modo per ricostruire.
I vicini di casa di Diana, in Alto Adige, vi porteranno ad amare la responsabilità e la solidarietà, valori che si sono persi nel nostro tempo.
Al termine di questo romanzo vi sentirete pieni di forza e speranza, e il tempo cura ogni cosa.
Un libro da tenere nel comodino e leggere una pagina ogni sera in quanto nessun male o nessun dolore è così forte da impedirvi di ricominciare, in quanto ogni ritorno comporta sempre qualcosa di diverso.
L'autrice ci dimostra come presente e passato non sono poi così distanti e la vita è un cerchio che si chiude anche se vi sembra spigolosa.Regalatevi o regalate un libro di questa autrice, e vedrete che vi scoprirete dentro una forza che non ritenevate nemmeno di possedere.
Alla prossima anima lettrice.

Commenti

Ti piace il nostro blog? Votaci!

Post più popolari