giovedì 29 novembre 2018

La valle dei cedri di Fabio Gimignani

                                       
                                        

Quarta di Copertina:
Beirut, 1986.
A vent'anni non è giusto girare il mondo con un mitragliatore carico in spalla.
È ciò che pensa il protagonista di questo racconto, che fronteggerà il suo divenire uomo nel modo più brusco ed inevitabile che sia dato immaginare. Parte di un contingente italiano non meglio definito dagli accordi internazionali, il giovane sergente si ritrova a galleggiare in una realtà rarefatta in cui non c'è niente di concreto, tranne un regolamento assurdo creato da burocrati oscuri ed applicato da altrettanto oscuri ufficiali in una Beirut dilaniata dalla guerra e pronta a ghermire chiunque abbassi la guardia anche solo per un istante.
E poi c'è Roumieh: un carcere arroccato sulla collina che sovrasta la città dove anche la propria ombra diventa un nemico in agguato.
Un racconto impregnato di realismo o di realtà?
L'autore si limita a scrivere, ma non a commentare..
Recensione:
Molti voi si staranno già chiedendo come mai manca meno di un mese a Natale e decide di parlare di un libro che tratta di  guerra?
Subito spiegato il motivo: in ogni pagina ci parla della Vita, quella che ogni giorno per te è importante e rimane nel cuore, ma che non ci facciamo caso nelle giornate ordinarie e diamo per scontato.
Il protagonista è un ragazzo catapultato in una realtà devastante e diversa da quella che gli era stata descritta, nonostante ciò con spirito d'adattamento, raziocinio e positività, riesce a  sopravvivere ed affrontare la quotidianita'.
Il giovane sergente ci dimostra come un atteggiamento positivo, sia la chiave per trovare  la forza  per andare avanti,come pensare a tua madre che ti rinfaccia che fumi sempre troppo...
Leggere questo libro, che racconta ma non giudica, che crea speranza senza illudere, ci obbliga a pensare al contesto storico in cui stiamo vivendo e a quanta vita ognuno di noi è portatore.. regala questo libro a te stesso, per ricordarti quanto tu valga, perchè ognuno di noi è essenza e regalalo a coloro che per te sono il motivo per andare avanti.
TROVA LA TUA FORZA LEGGENDO E DALLE ASCOLTO.
Alla prossima anima lettrice.

martedì 27 novembre 2018

E le stelle brillano ancora Mattia Cattaneo

Sinossi:E' la storia di due donne, nonna e nipote, che si incontrano dopo tanto tempo nella fattoria dell'anziana donna nel Mencleburgo, in Germania.Un passato importante e un segreto che verrà affrontato andando a ritroso nel tempo durante la divisione del paese per il Muro di Berlino, ricercando e riscoprendo sé stessi, i propri errori, e la propria volontà di vivere la vita. Un romanzo di riconciliazione, d’amore, ascoltandosi e ascoltando la natura che ci accompagna brillando, proprio come le stelle, nella 
nostra esistenza.









Biografia dell' Autore Nato a Trescore Balneario (BG) il 31-07-1988, abita a San Paolo d'Argon (BG) ed è laureato in Scienze della comunicazione. Adora la montagna e la natura. Lavora come assistente educatore presso una cooperativa. Poeta e scrittore, ha pubblicato alcune poesie presso una collana di poesia contemporanea edita da Pagine edizioni nel 2015. Tiene alcuni laboratori teatrali per le scuole primarie, scrive racconti romanzati a puntate su un blog di storie. Collabora con l’attore e poeta Carlo Arrigoni in varie letture teatrali sulla shoah e la liberazione d’Italia e fa parte del gruppo artistico-culturale “Un fiume d’arte” di cui realizza assieme ad Arrigoni la rassegna letteraria “Quattro chiacchiere con l’autore”. Ha pubblicato tre sillogi: “Dritto al cuore” (2016), “La luna e i suoi occhi” (2017) di cui ha realizzato un tour poetico tra il lecchese e la bergamasca e “Tracce di me” (2018).
Gestisce il blog “Vento d’emozioni” e la web radio omonima.

Recensione: 
Questo romanzo è un vero scrigno di sentimenti e storia.
In primis complimenti all' autore che ha svolto un eccellente lavoro di ricerca  e in maniera magistrale, ha ripercorso in modo impeccabile un periodo ostico della nostra storia. 
Questo romanzo è un  incontro tra due generazioni di donne forti    seppur  in modo diverso, ma allo stesso tempo con ferite, che il tempo ha trasformato in complessi e dubbi, che hanno indurito il carattere delle due protagoniste.
Nonna Hildegard ha dovuto compiere scelte difficili , dolorose, ma che  non le hanno impedito di amare in modo sviscerale la nipote.
Elsa Gruber è una donna che cerca ancora la sua strada, la sua anima...( non vi posso dire altro o farei spoiler, dovrete scoprire la sua storia da soli)
Ripercorrendo le vicende di queste donne, non potrete non pensare a quante scelte siamo costretti a prendere ogni giorno pensando solo all' oggi senza riflettere al domani...
L'autore ci invita giustamente ad essere lungimiranti, e sognare con il cervello e riflettere con il cuore.
Ognuno di noi non  è un  isola e le nostre azioni che possono sembrarci una goccia nel mare della storia, hanno invece la forza per spingere un mare agitato e cambiare il mondo.
Leggete questo romanzo dove troverete un senso e vi sentirete parte della Storia.
Alla prossima anima lettrice.

lunedì 26 novembre 2018

La voce del Silenzio di Stefania Serio

Sinossi Alle prese con il blocco dello scrittore, e con un editore impaziente, Lorena fugge nella masseria dei nonni, senza cellulare, e con il progetto di tornare a casa solo con un manoscritto pronto.
Ma anche in quella casa a metà tra campagna e mare, protetta da un imponente gelso rosso, Lorena non riesce a trovare l'ispirazione, finché, in un pomeriggio assolato, una singola folata di vento scompiglia le pagine di un libro trovato nella soffitta e apre davanti ai suoi occhi un mondo sconosciuto: le memorie di Clelia, la stravagante zia istruita di sua madre.
La lettura di quei fogli di carta sottile la travolge letteralmente e, mentre la vera storia della famiglia si srotola pagina dopo pagina, le basi della vita di Lorena si sgretolano sotto i suoi piedi. Nello stesso tempo, però, da quel giorno le dita scorrono veloci sulla tastiera del computer, perché quel racconto, tragico e commuovente, diventerà il suo nuovo romanzo.
Poi, proprio quando la vita ricomincia a scorrere lungo i binari della quotidianità, in una notte d'inverno un fulmine squarcia il velo della verità, lasciando Lorena confusa e indecisa.
Se solo il vecchio gelso rosso, custode dei segreti della famiglia, potesse parlare e raccontare cosa si dicevano i due giovani che si incontravano furtivamente sotto le sue fronde…
Editore: HarperCollins Italia

Recensione:
Questo romanzo vi scalderà il cuore e vi darà fiducia in voi stessi e nei confronti della vita.
Apparentemente la protagonista è Lorena in preda ad un blocco del lettore, in realtà Clelia sarà la vera protagonista del romanzo.
Quest' ultima racconterà la propria vita e Lorena comincerà a mettere insieme come in un mosaico non solo i pezzi della storia della propria famiglia, ma pure della propria anima.Grazie alla storia della zia, Lorena vedrà la mamma sotto una nuova luce e...( troppo comodo il resto lo dovrete scoprire da soli...)
Il vecchio gelso rosso, non è solo un albero ma un depositario di eventi e sentimenti, pronto a continuare a rendere viva nel tempo la storia di Clelia.
Quanti di noi si sentono smarriti, disillusi, si sentono di Sopravvivere e non di Vivere appieno, avendo perso un ' occasione, un  amore e all' improvviso vi sembra di essere un gambero; di tornare indietro e di aver vissuto solo una parentesi di luce, in una notte totalmente buia e priva anche di un singolo raggio di luna.Clelia vi insegnerà che non è così, la vita  è ogni giorno, basta sapere guardare con gli occhi della speranza, della verità e della giustizia.
Comprate questo libro per capire che state Vivendo davvero.
Mi raccomando non rendete nessuna persona il vostro gelso rosso...
Alla prossima anima lettrice.

domenica 25 novembre 2018

Il labirinto rosso di Barbara Sarri


Sinossi:
Dopo il caso del killer del flamenco, l'investigatrice Isabel Blanco si trova coinvolta in una nuova indagine: la protagonista è ancora una volta la violenza di genere, della quale lei si occupa insegnando il flamenco come volontaria al centro Una rosa non un pugno!. Ma questa nuova inchiesta sembra caratterizzata dalla presenza di profumi e di donne, che avvicinano Isabel al mondo dell'occulto, e da un labirinto che sembra custodire un inquietante segreto...

Recensione:
In questo romanzo l' autrice ha superato se stessa.
Il personaggio di Isabel Blanco che avevamo conosciuto e amato nel precedente romanzo della scrittrice intitolato " Il ventaglio sulla pelle", in questa opera è diventata talmente viva e vitale che vi dimenticherete sia un personaggio su carta, riuscendola a vedere e sentire vicino a voi , con i suoi dubbi, presentimenti e tormenti amorosi.
Lentamente con il suo fiuto,  in senso proprio letterale, riuscirà a dipanare e risolvere un caso di omicidio nel  quale è rimasta coinvolta..( non posso dirvi altro o farei troppi spoiler).
Vicino a lei troveremo ancora la nonna, con il suo " strano regalo" e le ragazze del centro anti violenza cui la nostra protagonista insegna il flamenco.
Ciò posto, oltre una godibilissima e piacevole storia gialla che coinvolge anche le usanze di una cultura che trova le sue radici nell' antichità ( sta a voi scoprire quale), vi sono altri motivi più profondi e importanti per leggere questo romanzo.
La scrittrice ha trasmesso nella sua opera il suo impegno contro la violenza sulle donne alcuni esempi di amore sbagliato, amori che non dovrebbero nemmeno avere quel nome dato che lasciano segni sulla pelle e nell' animo femminile.Ci insegna a staccarci da un partner che pone in atto comportamenti " malati", denunciare e richiedere aiuto specie ai centri anti violenza.In mondo dove ogni giorno purtroppo vi sono cronache di femminicidi e violenze di ogni genere, vi è bisogno di raggiungere il cuore delle donne per spingerle a denunciare, a non sentirsi sole o colpevoli.
Un romanzo profondo quindi che va oltre una storia investigativa, è un inno al rispetto alla dignità di noi donne e in generale di ogni cultura.Lo capirete dall'incontro di Isabel con un personaggio del romanzo.
Per tutti questi motivi vi invito a comprare  o a regalare per Natale questo romanzo, che oltre a divertire per la storia gialla, insegna a ad amarvi  e ad avere il diritto ad  un  compagno che vi ami  e rispetti le vostre decisioni.
Alla prossima anima lettrice.

sabato 24 novembre 2018

Tra i segreti di Villa Aurelia di Brunella Giovannini


Sinossi:
Tra le crepe di Villa Aurelia, aperte dal sisma emiliano nel 2012, si annidano segreti sepolti indisturbati da più di trecento anni. Diana, che ha trovato dei documenti in un doppio fondo di un baule, scopre di essere direttamente legata a quei segreti e che le avversità che negli anni hanno funestato lei e la sua famiglia, forse sono imputabili a un maleficio che si trascina nel tempo. Dopo un attentato in cui perde la vita anche il marito e in seguito a minacce, viene costretta a trasferirsi insieme ai suoi figli, in un luogo dell'Alto Adige, sotto protezione. Il dolore e la lontananza forzata dai propri cari, mettono a dura prova il suo temperamento ma l'affetto ricevuto da due anziani vicini di casa, riesce a mitigare le difficoltà quotidiane. Solo nel momento in cui potrà tornare nel paese natio, scoprirà che anche il luogo tra i monti dove ha vissuto negli ultimi anni, è strettamente legato al passato. In un quadro attuale che vede il terremoto, la ricostruzione e l'infiltrazione mafiosa in Emilia, avvenimenti che domani saranno storia, Diana si rende conto che in fondo il tempo è solo un insieme di cicli, capaci di costruire un ponte tra passato, presente, futuro e dove tutto sembra essere collegato; ma il tempo non riesce a mantenere i  segreti e prima o poi, racconta tutta la verità.


Recensione
Questo libro è il secondo romanzo di Brunella Giovanni che ho letto e amato, rendendomi un' accanita sostenitrice di  questa autrice che è in grado di creare un romanzo profondo, attuale e magico.
L'autrice riesce  a fondere temi attuali quali il terremoto,la mafia, con tematiche psicologiche quali  l' elaborazione del lutto.
Lo stile  dell' autrice è scorrevole, elegante mai noioso o pomposo od eccessivamente ridondante.
Diana la protagonista  è una donna forte, coraggiosa, anche se la lontananza e alcuni eventi che riguardano la madre Olga, le creano inquietudine e una struggente nostalgia.
Ma vi sono degli angeli custodi: i vicini di casa e l' incontro con un amico di gioventù.
Un altro personaggio molto importante in questo romanzo é Villa Aurelia che sarà la miccia per innescare in Diana  e in voi alcuni cambiamenti, in quanto non si può leggere questo romanzo e rimanere impassibili.
Olga vi insegnerà a rimanere speranzosi lucidi e ottimisti, anche dopo un evento nefasto come il terremoto, in quanto c'è sempre tempo e modo per ricostruire.
I vicini di casa di Diana, in Alto Adige, vi porteranno ad amare la responsabilità e la solidarietà, valori che si sono persi nel nostro tempo.
Al termine di questo romanzo vi sentirete pieni di forza e speranza, e il tempo cura ogni cosa.
Un libro da tenere nel comodino e leggere una pagina ogni sera in quanto nessun male o nessun dolore è così forte da impedirvi di ricominciare, in quanto ogni ritorno comporta sempre qualcosa di diverso.
L'autrice ci dimostra come presente e passato non sono poi così distanti e la vita è un cerchio che si chiude anche se vi sembra spigolosa.Regalatevi o regalate un libro di questa autrice, e vedrete che vi scoprirete dentro una forza che non ritenevate nemmeno di possedere.
Alla prossima anima lettrice.

martedì 20 novembre 2018

Yes My Lady di Mia Another


Sinossi:Mi chiamo Daniel Ward, e al momento lavoro come maggiordomo per le donne della famiglia Autumn.
Ma non mi trovo qui perché questo è il lavoro dei miei sogni, non mi piace servire il tè e non trovo divertente andare in giro con un completo nero in piena estate: questo è solo un sacrificio necessario per ottenere ciò che voglio davvero.
Tutto sta andando esattamente come avevo previsto, eccetto una cosa, un unico fattore deviante, la variabile che non ho calcolato: Serena.
È giovane, spiritosa, sexy e cerca continuamente le mie attenzioni. Il mix giusto per distogliermi dal mio obbiettivo e farmi licenziare.
Le relazioni tra un maggiordomo e la propria Lady sono vietate.

Lo sanno tutti.



Della stessa autrice: 

Charming Devil (trilogia)
Bloody Love
Fragile
Rock You
Your Song

Recensione:
Questo romanzo è stata una piacevolissima scoperta e un libro che dovete regalare a voi stessi o a una persona cara.Ora vi spiego le motivazioni.
Oltre la prosa, che trasforma questo romanzo in una piacevole dipendenza, in quanto non sono riuscita letteralmente a staccare  gli occhi dalle pagine sino a quando l' ho terminato.
L' autrice con maestria è riuscita sapientemente con vari livelli di lettura a creare un piccolo scrigno emozionale.
Ha creato i due protagonisti talmente in modo profondo e strutturato, da poterci immedesimare nei loro pensieri, nei loro movimenti, sempre tutti coerenti mai scontati.
Daniel è un perfetto maggiordomo molto speciale( non posso dirvi il motivo o vi spoilero un elemento importantissimo di questo romanzo).
Serena è una giovanissima ragazza con le sue fragilità i suoi sogni e in cerca della propria identità
Non pensate sia il solito romance, sbagliate a pensare questo.
La scrittrice, come un pittore sulla tela, crea un affresco sociologico della nostra epoca, " sdoganando" dei pregiudizi che tutti noi abbiamo nella nostra testa.
I soldi rendono felici, gli ideali non vincono mai... I malvagi prevaricano sempre i buoni.
Leggere questo romanzo vi apre i cuori, capirete che non solo nei libri ma nella realtà, ci sono sempre modi e persone, che ci aiuteranno e che fare il bene non è mai inutile.
Vi sentirete in pace con voi stessi, in quanto l' autrice  ha partorito una storia che pur essendo frutto della propria fantasia è viva, vitale, e capace di essere trasmutata nella vostra vita quotidiana.
Nessuno è perfetto, tutti sbagliano e certe storie che magari vi sembrano inutili perchè ora soffrite e son terminate, ora forse ne  capirete  senso.
Daniel e Serena sono l' inno a Vivere e non Sopravvivere a Buttarsi e non Precipitarsi,  a Fidarsi ma non ad Appoggiarsi.
Io poi il finale l' ho trovato perfetto.
Se Giovani Verga fosse ancora vivo sono sicura, sceglierebbe Mia Another come sua discepola, per un verismo sociologico così pregnante.
Comprate questo romanzo a voi o i vostri cari, e Avrete voglia di vivere, in quanto ogni cosa ha un senso.
Alla prossima anima lettrice.



domenica 18 novembre 2018

Brunella Giovannini : L'arcano degli angeli

Sinossi
Si dice che ogni oggetto ha un'anima che racconta una storia su chi l'ha creato, e quando destinato in un luogo, se spostato, farà di tutto per ritornarci. Di questo ne è fermamente convinta Alberta Ferretti, stimata psicologa emiliana che collabora con le scuole e con il Tribunale dei Minori. Preoccupata dall'aggravarsi delle condizioni di salute della figlia adottiva, un giorno trova casualmente un antico candelabro abbandonato tra i rifiuti. Appurato che si tratta di un oggetto trafugato da una chiesa, organizza insieme alla famiglia una breve vacanza a Positano per riportare il maltolto nella sua sede originaria. Sarà un viaggio di conoscenza e di scoperta e attraverso l'incontro con la positanese Rosy, verranno alla luce inaspettate verità e risulterà che il candelabro degli angeli, custodisce al suo interno un misterioso se-greto. Nel momento in cui la malattia della ragazza sembra avere il sopravvento sulle cure, una rivelazione accenderà una piccola speranza.
Edizioni: Leucotea
Recensione:
Leggere questo romanzo è come accendere un camino in una fredda giornata d' inverno.Prima il freddo, poi un tiepido torpore e infine un calore, il quale toglie ogni traccia di melanconia nel vostro cuore.
In primis Alberta,  mamma premurosa e donna che lavora, un ottimo esempio di un femminismo temperato senza alcun tipo d' eccesso,  la quale possiede un grande cuore che la rende coinvolta e partecipe, sia dal punto visto personale sia  nella  attività di psicologa.
Un  altro personaggio femminile importante è Pamela la nipote di Rosy,  ( non vi posso ovviamente spoilerare...) una donna sognatrice, positiva, bisognosa d'amore...
Infine non per scarsa importanza, Rosy, una donna con la  testa sulle spalle e con un grande dono, un faro che illumina la notte che porterà un bagliore di speranza a tutti coloro che vivono una vita poco rosea o fanno fatica a superare le avversità della vita.
Anche per  riguarda i personaggi " negativi", sono strutturati con una logica e ogni loro atteggiamento non  rientra nel semplice modus operandi del cattivo, ma sono caratterizzati da coerenza e logicità.
La prosa dell'autrice è elegante e leggera come il vento,infatti gli eventi più drammatici di questo romanzo vengono descritti in modo tale da creare empatia nel lettore ma allo stesso tempo senza appesantirne l' anima.
Oltre la prosa, i personaggi ottimamente costruiti e delineati, vi  è una motivazione che secondo me è la principale ragione, per la quale dovreste regalare a voi stessi o a una persona cara, questo romanzo. Ognuno di noi giovani o  meno giovani ci siamo posti almeno una volta nella vita, una domanda, ovvero se il bene che ogni giorno poniamo in essere nonostante la vita non ci sorrida sempre, abbia un senso.Troverete in questa opera la risposta...
Infine affronta il tema delicato dell'adozione in modo approfondito sotto varie aspetti: rapporto genitori- figli, rapporto tra fratelli naturali ed adottati, rapporto con la famiglia naturale d'origine.
Questo romanzo è un cuore pulsante che irradia speranza, realismo, drammaticità ma tanta tanta forza.Imperdibile
Alla prossima anima lettrice. 


martedì 13 novembre 2018

Ti vengo a prendere di Arianna Venturino




Sinossi:
Rebecca è costretta ad una vita di sacrifici per colpa del suo passato, per colpa di sua madre che era una prostituta alcolizzata e di suo padre che era troppo impegnato per riconoscerla come figlia.
Con i capelli lunghi, scuri e sempre spettinati, fa un lavoro che non le permette di mantenere la casa dove abita insieme ai nonni.
Marco invece, a seicento chilometri di distanza da lei, conduce una vita da normale ragazzo universitario, si, ma con una sofferenza che lo spinge a pensare di porre fine a tutto il dolore.
Un social network li fa conoscere ma senza avvicinarli mai davvero. Dopo un po’ di tempo, Rebecca trova il coraggio di scrivere a Marco.
In men che non si dica, si ritrovano in stazione a cercare ogni volta di darsi quel bacio in più prima di dividersi.
Quando la vita di Rebecca arriva al capolinea totale, fa scelte che la conducono a fare gli stessi errori di sua madre.
Grazie all’aiuto della sua migliore amica, Marco viene a sapere di ciò che la sua fidanzata sta facendo a se stessa e molla tutto partire e andare salvarla.
La ritrova però in uno stato che non si sarebbe aspettato. Alla fine se la porta via con la forza dell’amore.




Biografia autrice: Arianna Venturino nasce a Paola (CS) il 3 settembre del 1996.Vive ad Asola (MN) da quando ha quattro anni. Hair stylist di professione. Ha sempre amato la lettura, la definisce “un viaggio dove i sogni prendono vita e dove tutto può succedere”, i libri per Arianna sono magici.Ha iniziato a scrivere nel gennaio 2017 per sfogo personale e da lì è nato il suo primo libro “Senza più paura”. A maggio 2018 pubblica in self publishing un libro di frasi e poesie dal titolo “Una raccolta di emozioni”.Scrivere, per lei, è rinascita.Utilizza i social per condividere i suoi pensieri, pensieri in cui la gente si rispecchia e si riconosce e questo è uno stimolo importante per proseguire la strada della scrittura. Ama arrivare al cuore di chi legge le sue frasi e questo le basta.

Recensione
Questo libro è una bellissima favola moderna che può capitare veramente ad ognuno di noi.
Rebecca si può considerare una moderna Cenerentola cresciuta dai nonni, e che lotta ogni giorno per riuscire a barcamenarsi tra le mille difficoltà.
Marco ha una storia tormentata alle spalle e difficile da digerire.I due protagonisti si incontrano sui social e ..... il resto lo dovete scoprire da soli
L' autrice possiede una dote fuori dal comune di riuscire con la sua prosa a trasformare il suo romanzo in un film, in cui voi riuscirete a vedere concretamente gli eventi, i protagonisti.
Ha svolto un ottima documentazione e preparazione nello scrivere il suo romanzo, in quanto tutti i pensieri di Rebecca, sono proprio quelli di qualsiasi ragazza che si approccia con questa situazione.

Un romanzo che " verista" dal punto di vista sociologico,con un linguaggio appropriato ma colloquiale, che racconta la vita e le difficoltà comuni di ogni giorno.
Trovo anche un messaggio molto importante al suo interno: quando hai la dignità verso te stessa e il rispetto per la tua vita, tutto il resto non dico sia superfluo ma viene in secondo piano.
Un romanzo finalmente femminista al punto giusto, senza farvi spoiler vi posso dire che qui Rebecca effettua le scelte consone alla sua vita senza cadere in stereotipo.
Un piccolo gioiello di sentimento, introspezione e sociologia.
Alla prossima anima lettrice.


lunedì 12 novembre 2018

Come una foglia d';inverno. Quando l'amore non basta di Penelope White



Sinossi:
Avete presente il rumore di un cuore che si spezza? Io no e credo nessuno di voi, ma la sensazione che si prova, quella si purtroppo e anche molto bene. Il mio cuore è completamente stracciato, in tanti di quei pezzi che neanche Dio riuscirebbe a rimetterli insieme, se anche solo volesse; non servirebbe a nulla sperare, aspettare che il tempo scorra e rimedi a quello che quell’uomo ha creato dentro di me; non servirebbe a nulla perché, in questo momento, quel pezzo di carne che risiede nel mio petto, è talmente devastato da essere completamente inutilizzabile, anche solo per vivere.
Ma nonostante tutto io non mi arrendo; non demordo e continuo a lottare perché so di meritarlo, lo devo a me e lo devo a lui; perché so che lo meritiamo entrambi. Anche se è l’oceano a dividerci non me ne importa nulla, ho intenzione di riprendermi ció che è mio e che lo è sempre stato. Sono pronta ad affrontare questo viaggio verso l’ignoto, verso qualcosa di nuovo che mi aspetta, anche se so che, molto probabilmente, quello che mi attende non mi piacerà affatto.
Ma anche se tento di risultare forte e spavalda, come sempre, nella mia mente continuano a susseguirsi una serie di domande a cui non riesco a dare risposta: a cosa mi porterà tutto questo? Come ne uscirò questo volta? Cosa verrà fuori da questa pazzia che sto per compiere?
Perché sto per farlo davvero, sto per partire verso un posto lontano, a me praticamente sconosciuto, alla ricerca di qualcuno che, con molta probabilità, non vuole nemmeno essere trovato. So che sto rischiando molto ma è il cuore che ha prevalso sulla mente, questa volta, e qualsiasi cosa accada ne pagherò le conseguenze. Perché non si può vivere sapendo che la persona che ami, dopo averti posto la fatidica domanda, ti ha lasciata così, di punto in bianco, senza motivo; prendendo un aereo per una destinazione che è a più di 6.000 chilometri da te.
Yay, io ti troverò, e se non vorrai continuare ad amarmi dovrai spiegarmi almeno il perché: me lo merito, lo meritiamo entrambi!

Formati:
-Cartaceo
-eBook

Data pubblicazione: 12 Novembre 2018
Recensione:
Tutti noi almeno una volta nella vita all' apice della nostra felicità abbiamo avuto  il cuore  spezzato e abbiamo cercato di combattere per trovare pace o una soluzione...
La nostra autrice psicologa dell' anima, è riuscita a farci entrare in totale empatia con la sofferenza iniziale della nostra protagonista e nel suo cammino verso una risposta...
Sentivo il cuore in tumulto leggendo l' inizio del romanzo, soffrivo anche io per April, mi sentivo buttata a terra e incompleta privata di quella certezza...
Ma questo è solo l' inizio... ho iniziato a stare meglio e a  continuare il mio cammino con April  tra curve, ostacoli e azioni mozzafiato.
Ma non troverete solo delle emozioni talmente forti da sentirvi voi stessi parte integrante  di questo romanzo.
I protagonisti maschili sono veri autentici esseri umani, con comportamenti che chiunque in tali situazioni avrebbero  messo in atto.Un applauso all' autrice che non è caduta in stereotipi di alcun genere e ha posto su carta, scene veritiere e compatibili con la narrazione degli eventi.
Jay è una sorpresa continua e  il suo antagonista( dovrete scoprire da soli chi è ) gli darà filo da torcere...
Un finale inaspettato e mozzafiato a giusta conclusione di questo splendido romanzo.
Alla prossima anima lettrice.

mercoledì 7 novembre 2018

L';isola di Corentin di Cristiano Pedrini



Sinossi:
Corentin ha la sua isola, quel luogo sicuro nel quale si protegge dal mondo, dove non lascia entrare nessuno. Scrive romanzi e sogna un grande domani, che tarda ad arrivare, visto il suo straziante passato e il suo faticoso presente . Le sue giornate trascorrono tra il Monet Verde, la libreria galleggiante sulla Senna, lasciata in eredità dal nonno e il suo girovagare per le vie di Parigi.Corentin, seppur abbia la forza di superare e osare, è chiuso nel suo mondo, nella sua isola fino all'incontro con Flavie, un noto pittore che lo aiuterà a uscire allo scoperto e a osare rimettendo in discussione ciò che vuole mostrare di sé agli altri.La vita, l'amore, l'arte, la cornice romantica Parigina, i sogni e le speranze…Tutto sarà trascinato dalla ruota di un destino che porterà i due a riscoprire se stessi, mostrando la bellezza delicata di quei giorni che sembrano scaturire dalle pagine di una fiaba tinta dai colori della speranza.


Recensione: 
Un romanzo delicato come la seta, ma dotato di una forza pari ad un uragano.
Corentin in punta di piedi, pagina dopo pagina, compie un percorso che lo porta ad avere piena consapevolezza delle proprie peculiarità e delle proprie debolezze.
L' isola protettiva e impenetrabile che si era creato che costituisce la sua corazza fisica e materiale, 

" Corentin ama nascondersi anche da se stesso..."

piano piano viene scalfita prima da  Flaviae ,  un pittore, che farà  implodere nel protagonista   un crescendo l' amore proprio e la consapevolezza.
Il pittore, in  particolar modo,  sarà fautore di un cambiamento non solo nei confronti del protagonista, ma anche nei propri confronti;  ognuno di loro, uscirà dalla propria isola, pronto ad esplorare il mondo più difficile e impervio la propria anima.
Avrete voglia di abbracciare Corentin di dargli incoraggiamenti, ma per ogni cosa ci vuole tempo.
Il protagonista però ha un compagna di viaggio magica e romantica  in questo percorso, ossia  Parigi come  angelo custode, che dall' alto lo protegge e gli parla attraverso le persone che gli sono accanto.
Troverete una atmosfera magica, riuscirete a percepire il calore dei parigini e della vita che quando prende forma non ti lascia più.
Un inno a non aver paura di aprire il cuore al mondo, perchè l' amore salva e rende libero qualunque sesso sia, basta parta dal cuore.
Alla prossima anima lettrice.





martedì 6 novembre 2018

L' età difficile di Mario Grasso

Sinossi:
Lenuccia, una ragazza fragile e spavalda, in cerca dell'amore di cui ha bisogno per riempire il vuoti interiore.
La sua è una storia facile da leggere, difficile da dimenticare.
Lenuccia, che vive su quel confine difficile e a volte pericoloso fra adolescenza ed età adulta, risponde alla rottura di alcune relazioni sulle quali aveva puntato rifugiandosi in rapporti occasionali e fugaci con sconosciuti.
La sua non è però la storia di una giovane ninfomane ma quella di una ragazza fragile e spavalda che, attraverso il sesso, cerca di procurarsi l'amore di cui ha bisogno per riempire il vuoto interiore. Aveva perso la madre troppo presto, quando era poco più di una bambina. "Era andata via senza darle la possibilità di fare almeno una di quelle scemate che ogni adolescente sente di avere il diritto di fare".
Cambi di ritmo scandiscono il passaggio dalla lentezza di una quotidianità vuota alla convulsione dei momenti di parossismo psicologico e sessuale. I colpi di scena ricordano che le svolte improvvise possono cambiare la vita di chiunque in ogni istante.
Pagine dure e crude si alternano ad altre più morbide e poetiche, una scelta stilistica che racchiude gli alti e i bassi della vita. Una storia facile da leggere, difficile da dimenticare.
Editore: Le Mezzelane

Recensione:
Premessa indispensabile, non è un libro erotico, è un libro che urla nel vento il dolore per un abbandono.Ognuno di noi almeno una volta nella vita, si è sentito abbandonato e ha colmato questo vuoto con una brutta abitudine.Può essere il cibo, le sigarette, l' alcool, per la protagonista il sesso.Ha perso un punto di riferimento importante in tenera età e un padre assente... l' hanno completamente svuotata.L'autore è riuscito a creare un patos emotivo fortissimo e avrete voglia di abbracciare la protagonista e rassicurarla che non è sola, siete con lei.
Ma il sesso dopo averla portata verso fondi desolati, le fornisce allo stesso tempo una spinta dopo un' espiazione volontaria a risalire in superficie ( non di dico altro o spoilerizzo troppo).Questo romanzo è il lascia passare per un percorso dall' inferno al paradiso, utile anche a voi per capire che qualunque mancanza deve essere colmata solo dal nostro amor proprio, tutto il resto è solo un pagliativo momentaneo.Dobbiamo combattere le nostre paure, perchè la vita è in continua evoluzione.
Adorerete questo romanzo per la prosa accattivante, un viaggio interiore cosi' forte vivo in cui tutti si potranno rivedere, perchè a tutti è mancato qualcosa almeno una volta.
Questo romanzo vi insegna a tenere duro a sperare e lottare, che nessuna mancanza in fondo è veramente tale
Chapeau all' autore.
Alla prossima anima lettrice.

lunedì 5 novembre 2018

Nel possesso delle mia facoltà IO TI SCELGO di Daniela Zema

Sinossi Non sempre esiste un individuo che osa più dell’altro, che non ha valori, che non pensa alle conseguenze. Tutti pensiamo, ma spesso l’amore ci rende incoscienti e vittime. Siamo tutti attori di una vita fatta di pregiudizi, spesso avventati o offensivi. L'autrice ha voluto raccontare il punto di vista di una persona che ama senza censure. Ma voi che conoscete l’amore, condannereste una donna che ama? Tradire è la sillaba tronca del verbo Amare. Ma di per sé l’amore è tronco, perché non ha una lettera finale, non ha una fine. E se siamo capaci di concedere il nostro amore irreale a qualcuno, dobbiamo avere la forza di perdonarlo se sbaglia. Ma soprattutto dobbiamo essere capaci di perdonare noi stessi, perché non c’è peggior giudizio del nostro pensiero. Esistono strane definizione di fedeltà, alcune molto errate. Fedele è solo colui che apre la mente e l’anima, ed è pronto a tutto pur di essere felice.
Recensione: 
Questo libro è un libro pericoloso, denota un coraggio dell' autrice di raccontare una storia d' amore nei panni del personaggio più scomodo e normalmente criticato se non addirittura offeso e riempito di invettive ovvero: l' amante.
Lo so, in questo momento starete già storcendo il naso,e vi sbagliate di grosso, questo romanzo è un inno all' amore in senso lato, vi mostrerà la sofferenza, l' assenza di malvagità e vi farà vedere i rapporti in modo nuovo.
Non dico che certe persone siano sante... Ma non è sempre  tutto bianco o nero.
Perdonare e perdonarsi, è un percorso difficile e doloroso e fare la cosa giusta anche se ti porta dolore, alla fine porta solo altro amore.
Questo romanzo vi rapirà per la sua prosa sciolta, accattivante e per farvi riflettere sull' amore più difficile e potente, l' amore per la vostra persona.
Alla prossima anima lettrice.

domenica 4 novembre 2018

Il Chirurgo che amava le orecchiette di Mario Grasso

Sinossi: 
Angelo aveva poco più di vent’anni quando la Signora Nera l’aveva falciato con un’auto di grossa cilindrata, disarcionandolo dalla sua moto. Nel suo portafogli fu trovata una tessera che lo qualificava come donatore consapevole e dei suoi organi beneficiarono altri due giovani, Marco e Alice. Quest’ultima diventa protagonista di un trapianto pieno di incognite, mai tentato in precedenza. Un trapianto acclamato dalla comunità scientifica ma condannato dalla Santa Sede che lo bolla come un “tentativo dell’uomo d’imitare Dio”.
L’intervento è effettuato da un chirurgo dall’aria dimessa, sguardo profondo e mani da virtuoso del violino, ritenuto un po’ strambo per il suo scarso interesse verso le alleanze e le relazioni utili alla carriera. Un uomo di scienza e non di potere.
Attraverso un profondo lavoro psicologico su ciascuno dei personaggi, l’autore riesce a coinvolgere il lettore trasportandolo nella trama, nella crescita del sapere scientifico e nel fascino del trapianto consistente nella sua capacità di far nascere una seconda volta una persona la cui vita è stata compromessa dalla perdita di funzionalità di organi vitali. Ma, soprattutto, facendogli vivere prospettiva di una chirurgia in grado di aiutare l’organismo ad auto-ripararsi.
Una storia di alta qualità, fluida e commovente, ricca di colpi di scena, che cattura l’attenzione dalla prima pagina all’ultima parola.
Editore : Antipodes


Recensione:
Questo libro dalla prima pagina vi cambierà la vita.Ti entra nell' anima e non ne esce più, impossibile scordarlo e dimenticarlo.
In primis tratta in maniera asettica e senza giudizi morali, la tematica del trapianto degli organi, sia dal punto di vista  dei riceventi  sia dal punto di vista dei donatori.Ogni personaggio è descritto con un realismo tale, che vi dimenticherete che sono personaggi di carta....Sentirete loro come degli esseri umani vivi e pulsanti.
Non ho mai trovato un autore che fosse riuscito in modo così empatico ma allo stesso tempo privo di giudizi a descrivere degli stati d' animo così accuratamente.
Un libro che diventerà una droga, in quanto ogni pagina è un' emozione che vi troverete non solo davanti agli occhi ma dentro voi stessi.
L'autore si è documentato alacremente e in maniera encomiabile, riuscendo in tal modo  a creare un percorso dell'anima dove i vari personaggi si rendono conto di non conoscere affondo ne' se stessi nè gli altri.Verranno alla luce scoperte che porteranno gioie e dolori.Ma come in un puzzle magicamente tutte le tessere andranno a loro posto, in un finale carico di speranza e verità.
Questo romanzo è cibo per la vostra anima, adatto a scaldarvi nel freddo inverno, in quanto dopo averlo letto troverete la " parte mancante" dell' anima dentro di voi.
Compratelo ve lo consiglio sia dal punto di vista letterario che umano.
Alla prossima anima lettrice.



venerdì 2 novembre 2018

le Lacrime di Halley di Maria Caparelli

Sinossi:Mi capita spesso di guardare il cielo, soprattutto durante la notte, dalla finestra della mia stanza. Lo guardo e sogno, immagino, creo. Mi piace guardare il cielo e pensare che da qualunque parte del mondo lo guardi è sempre lo stesso e questo mi fa sentire più vicina a te. Mi piace guardare il cielo perché da piccola mi hanno insegnato che lassù stanno le persone a cui vogliamo bene e che non possiamo più rivedere. Miliardi di stelle lo costellano, lo attraversano e viaggiano nell’Universo. Tutti almeno una volta nella vita ci siamo trovati con gli occhi rivolti al cielo in attesa di vedere una stella cadente ed esprime un desiderio. Le lacrime di Halley è una di esse. Ogni 76 anni passa vicino alla Terra e se la vedi puoi esprimere un desiderio. Ma Halley è anche una delle protagoniste di queste 10 storie brevi. Storie di vita, di gente comune, di sogni e di coraggio. Di mostri che ritornano fino a quando non decidi di affrontarli. Ognuno di loro ha sofferto, è caduto e proprio come una stella cadente ha iniziato a brillare di più. Ognuno di loro ha conquistato un posto tra le stelle.
link all' acquisto

Recensione:
Questi racconti sono delle piccole gemme che nel vostro cuore faranno sbocciare dei sentimenti di amore verso voi stessi, verso la vita e verso gli altri.Ogni personaggio affronta un percorso per trovare la sua dimensione.Un piccolo scrigno di poesia ed emozioni che scalda  il cuore.Questo piccolo capolavoro, va letto  assaporato e tenuto sempre con voi.Non vi  cambierà  la vita o vincere il super enalotto, ma vi ricorderà che non siete degli alberi, se non vi piace  dove siete muovetevi o incominciate a a fare un passo per cambiare prospettiva.Nessuna stella si raggiunge senza sacrificio.Vi consiglio questi racconti intervallati  da stupende illustrazioni, dal profondo della mia anima, troverete sicuramente un racconto che è parte di voi.Lasciate entrare questi racconti nella vostra vita e siate pronti ad amare voi stessi e cambiare per voi stessi.
Alla prossima anima lettrice. 

giovedì 1 novembre 2018

Se ne hai bisogno di Laura Ragni

Sinossi:Questo è il mio primo romanzo. Era già scritto e io non lo sapevo, solo lo conservavo dentro. Ad un certo punto ha deciso di vedere la luce, ha fatto tutto da solo, parola dopo parola mi ha dettato tutto quanto.
Io battevo sui tasti e lui lavorava, fluiva, come acqua da una sorgente. È il figlio che non ho avuto e non ho desiderato, ma lui non ne ha voluto sapere di non nascere, non ne ha voluto sapere di non essere desiderato e così ha deciso. Io ho solo dovuto partorirlo. È stata una gestazione incerta, io non ho accettato da subito. Tempi lunghi, lunghe pause. Io non me la spiego questa cosa, ancora adesso non me la spiego, ma so che una ragione esiste. Chi reclama una nascita va accolto.


Recensione:
Se avessi una sola parola a disposizione per descrivere questo romanzo userei la parola Eleganza.
Eleganza nella prosa, leggera ma intensa,  nell' esprimere concetti che non potranno non mettere in discussione il vostro animo e le vostre scelte.
Come una ballerina in punta di piedi, con eleganza , Elena la protagonista di questo romanzo  prende coscienza di se e torna alla vita e rinasce.
Una favola per adulti elegante e leggiadra, apre il romanzo  proponendo al lettore  un mantra di vita difficile da attuare ma che rende la pace:
" e' il bisogno di possesso a farla da padrone..".
Infine eleganza nel font e nella copertina, che completa lo scrigno prezioso contenuto nell'opera.
Questo è un libro importante per noi donne in particolare, ma per tutti in generale 

" quello che rimane è tanto...
Ad essere ancora vivo, non sei dissanguato ti senti come dopo una sudata, spossato ma pieno.
Ed è allora che puoi ringraziare di averlo avuto quell' amore che ti ha tolto e dato così tanto."

Ognuno di noi è il prodotto delle nostre scelte, giuste o sbagliate che in un dato momento della nostra vita ci siamo sentiti di dover fare.Avvolte non sono mali necessari ma sono gradini per salire in alto, faticosi per raggiungere la nostra vetta.
Degni di nota, oltre un contenuto così pregnante, sono  pure  i personaggi maschili, ognuno di loro per un loro motivo peculiare risulta sfuggente  e problematico, ma le donne sono sempre il faro della notte in un mare in tempesta.
Vi consiglio quindi di leggere questo libro e metterlo accanto a voi, in quanto costituirà una luce  per riuscire a sostenere le conseguenze delle vostre scelte magari non sempre facili.
Alla prossima anima lettrice.