venerdì 12 ottobre 2018

Semplicemente Gio'; di Erika lenti

Sinossi:

Si dice che il destino sia scritto nelle stelle. Se invece le fatalità non esistessero, se fossimo noi a crearci il futuro, un susseguirsi di eventi non dettati dalla provvidenza ma dalle nostre scelte, cambierebbe la nostra prospettiva sull'esistenza? Chiamatelo destino o semplice casualità, ma la vita si basa su delle scelte, giuste o sbagliate che siano, per la maggior parte delle volte suggerite dal cuore. Che sia una scelta riguardante un amore, una proposta di lavoro, un sogno da perseguire, il cuore è sempre il protagonista. La vita è piena di difficoltà e abbiamo noi la chiave del nostro destino: dobbiamo solo capire quando usarla. Come una chiave di violino messa usualmente all'inizio di un pentagramma, con la funzione di fissare la posizione giusta delle note, ma che può essere usata anche in un punto qualsiasi per identificare un passaggio, un cambiamento. Perché, in fondo, la musica è in tutto ciò che ci circonda, può guidarci, salvarci, ed è lei la vera protagonista di questa storia in cui i personaggi si troveranno spesso di fronte a dei bivi, in cui dovranno decidere se essere veramente padroni del proprio destino: scegliere tra un amore puro, tenero, romantico e sicuro o abbandonarsi a una passione sfrenata, vitale, intensa e irrefrenabile; scegliere di abbandonare un sogno perché le dure e avverse realtà della vita fanno di tutto per impedirti di realizzarlo; scegliere quale rapporto affettivo mettere al primo posto, a costo di perdere una persona comunque importante. Sarà proprio il destino a far scontrare la personalità raggiante ed esuberante di Giorgia, appassionata di musica, con quella del giovanissimo uomo d’affari Liam e dello scontroso ex musicista Dylan. Due ragazzi apparentemente diversi, ma uniti da un passato doloroso e da un futuro che si prospetta ancor più difficile. Giorgia sarà una nuova speranza, un nuovo inizio per entrambi, ma forse segnerà la fine del loro legame… per sempre!


Recensione:
Questo libro non è un Young Adult, non è un romance, non è il solito triangolo lui lei e l'altro.E' la vita stessa,  in forma cartacea,  che prende forma  attraverso i personaggi.
L'autrice ha posto in essere il  manifesto della vita positiva, che va vissuta appieno. Un vita positiva, ma non facile attenzione.Un vita che deve essere sfruttata per le potenzialità che abbiamo a nostra disposizione.
Giò la protagonista è una ragazza dei nostri giorni,con i suoi sogni, le sue insicurezze, le sue manie e una grande passione la musica ( ps unico spoiler che farò del romanzo,  se amate i Modà avete un motivo in più per leggere e adorare questo romanzo).
La scrittrice attraverso i dialoghi riesce a creare un quadro di Giò non solo fisico ma caratteriale.
Riuscirete a vedere affianco voi la nostra protagonista  con la sua esuberanza e un cuore grande.
I personaggi maschili sono altrettanto sfaccettati e complessi, privi dei classici stereotipi stile Abele contro Caino.Abbiamo due giovani ragazzi con grandi sogni, ideali, solidali quasi sempre tra loro, ognuno con un piccolo demone interno, doloroso da digerire.La scrittrice veramente è riuscita a creare un terzetto di protagonisti coerente, divertente e appassionante che diverte riflette.
Non vi fate spaventare dalle 400 pagine, la prosa è leggera e scorrevole e non riuscirete a staccarvi dalle pagine.Io sono andata a letto all' una di notte, non riuscivo a posare il libro sul comodino.
Infine consiglio questo romanzo a tutte quelle persone, in difficoltà o con qualche problematica fisica importante, che ogni giorno sono a terra, pensano che non potranno vivere più felici realizzare i vostri sogni.Infine un altro protagonista che non svolge un ruolo secondario, ma è parte integrante dell' azione è la musica.Io ho trovato innovativa e fenomenale inserire la musica come colonna sonora " In In conclusione, mi permetto di consigliarvi questo romanzo come papabile per i vostri regali di Natale.Un regalo perfetto per chi ama la musica, per coloro che passano un momento no, per  i romantici.
In un mondo pieno di apparenza, abbiamo bisogno di libri come questi, anzi come questo che sono un inno all' equazione : felicità sta sogni come unicità sta a se' stessi.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento