Ti piace il nostro blog? Votaci!

Braccati di Eleonora Pescarolo

Sinossi:
La caccia alla Volpe è di nuovo aperta.
Dopo tre anni di apparente quiete e inosservato contrabbando, Ireen Devar fugge a bordo della Ruvak assieme al copilota Korrar Tammon, nel disperato tentativo di proteggere ciò che in mani nemiche potrebbe far risorgere la tirannia nella Galassia.
La Sirena di Jannar.
Il cristallo alieno da sempre al centro di miti e complotti.
Il passato, però, non dà loro tregua. Un tormentato passato di schiavitù e soprusi, di perdite e addii. Un passato da cui risorge la figura della Cacciatrice di Schiavi Calhar Redna, sadica e inarrestabile, e l'incubo dell'esplosione che ha dilaniato corpo e anima dell'astronave Ruvak.
Un passato di tradimenti, come quello architettato da Nardim, un tempo amico e ora spietato omicida votato al folle Culto di Gaanar.
La ragione di ogni cosa sembra risiedere nel DNA di una creatura ambigua, aliena e incredibilmente potente: un'adolescente di nome Nouv'al.
La Caccia alla Volpe è aperta e Ireen Devar dovrà tornare a combattere.


Recensione:
In primis vi consiglio di leggere prima i racconti e poi il volume "Braccati," il quale inizia con uno stuzzicante e avveniristico prologo che si dipanerà abilmente durante la narrazione.
L' autrice è un nastro nascente nel campo della fantascienza.La sua scrittura corre veloce come un treno.
Una giusta alternanza tra le descrizioni accurate ma non pedanti dell’ ambiente in cui si svolgono gli eventi, e, i dialoghi diretti e spigliati tra i protagonisti, rendono le opere adatte per una trasposizione televisiva o cinematografica delle stesse.
Una lettura avvincente, dai risvolti filosofici su temi importanti come la libertà e la diversità di genere, molto attuali in questo periodo.
L'autrice riesce a inchiodare il lettore alle pagine, come un ragno cattura le proprie prede lentamente sulla propria tela.
Alla prossima anima lettrice.

Commenti

Ti piace il nostro blog? Votaci!

Post più popolari