venerdì 28 settembre 2018

Atto di fede di Marco La Paglia

Sinossi:
Andrea è un ragazzino cresciuto tra i boschi insieme alla madre. Innamoratosi di Aidoann, appartenente a una famiglia di nomadi, abbandona la propria casa per ritrovarsi coinvolto in una serie di eventi drammatici che hanno, in qualche modo, come sfondo, le vicende della nostra Italia. Marco La Paglia ci fa immergere nei personaggi (Andrea e il mondo nomade) scrivendo in terza persona: un artefizio letterario che si presta benissimo per questo romanzo di formazione. (Si parte) dalla città di Genova con la vita di Andrea, (si naviga) fra il mondo nomade, della malavita e del lavoro duro, (si attracca) fra i cuori di un amore lontano e vivido nei ricordi dei marinai, protagonisti delle vite dei personaggi di questo romanzo.


Recensione:
Questo romanzo parla d'amore e d' uguaglianza.
Un libro " pericoloso" in quanto vi costringerà a fare i conti con la vostra dignità e la vostra anima.Quanto siete veramente solidali,quanto siete aperti alle diversità e privi di pregiudizi?
Lo scoprirete grazie alla storia d' amore tra Andrea e Aidoann, ragazza nomade, avvenuta durante gli eventi nefasti del fascismo italiano.L' autore con una ricostruzione storica accurata ed emozionale ,ci porta alla luce una parte di quegli anni poco conosciuta.
Questo romanzo ci illumina il cuore, facendoci edotti dell' errore magistrale che svolgiamo quando associamo Il male a delle etichette: un prete può essere incoerente nonostante i precetti della propria fede, una meretrice può essere generosa e pulita.
Infine dovendo rimanere sul vago per non fare spoiler, lo consiglio a tutte le persone che versano in qualche difficoltà fisica.Un personaggio secondario vi mostrerà come la forza e la volontà possiamo compiere una vita piena, non il vostro corpo.
Infine si segnalo che l' autore con questa opera è stato insignito del premio "Amico rom" ha l'alto patrocinio della presidenza della Repubblica.
Leggete questo libro, aprire il vostro cuore e la mente e accogliamo tutte le diversità perchè oguna ha la propria ricchezza.

Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento