Cerca nel blog

sabato 29 settembre 2018

Al Kaphrah di Montero Davide

Sinossi:
“Ero profondamente scossa: avevo visto un cadavere riprendere vita! Se ciò non fosse ancora sufficiente, ero anche stata brutalmente aggredita da quell'uomo che avevo aiutato e accudito per tutta la notte e al quale mi sentivo già in qualche modo legata”.“Non me ne rendevo ancora conto, ma la mia vita da quella notte non sarebbe più stata la stessa. Tutto il mio mondo, quello che avevo conosciuto fino ad allora, era finito e ricominciava con lui”.Al Kaphrah è il racconto di un amore fuori dal comune, di un sentimento che va oltre ogni limite di tempo e di spazio. La sua trama avvincente, ricca di colpi di scena, in un giusto equilibrio tra realtà e fantascienza non lascerà insensibile il lettore.







Recensione:
Mi sono innamorata di questo romanzo.Dopo aver letto le prime quindici vite di Harry August di Catherine Webb e La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo di Audrey Niffenegger, non avrei trovato un romanzo talmente ricco di fantascienza, adrenalina, sentimento, e poesia.Si divora in poche ore pur essendo ricco di contenuti.La protagonista femminile Carla, è il prototipo di una donna forte ma romantica, risoluta ma fragile.Niente è come appare e rimarrete di stucco molto frequentemente.Il finale insegna che ogni vita lascia un segno, e ognuno di noi può fare la differenza.Un libro talmente equilibrato che può essere apprezzato da ogni lettore, niente d' eccessivo o lasciato al caso. Chepeau a questo scrittore.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento:

Posta un commento